Advertisement

Terni, palazzina esplosa: tre ustionati e tanta paura…

29 Dicembre 2019

Il più grave è stato trasferito al Sant’Eugenio di Roma, gli altri due sono invece ricoverati all’ospedale di Terni

TERNI – Il bilancio è di tre persone ferite, ustionate. E le cose sarebbero potute andare pure peggio, vista la grande quantità di danni riportati dall’edificio che il 28 dicembre, a causa di una fuga di gas, è saltato in aria, dilaniato da un’esplosione su cui adesso indagano procura e nucleo di polizia giudiziaria dei vigili del fuoco di Terni.

Advertisement

L’uomo che ha riportato le lesioni più gravi, un nigeriano, è stato trasferito già nella serata di sabato al centro grandi ustionati dell’ospedale Sant’Eugenio di Roma. Gli altri due sono invece ricoverati al Santa Maria di Terni: si tratta di un altro nigeriano, di 40 anni, che oltre a varie fratture dovute allo sbalzo causato dallo scoppio ha riportato ustioni di primo e soprattutto secondo grado al volto e agli arti, e di un 45enne nato a Milano e residente a Terni, anche lui con ustioni diffuse di primo e secondo grado.

Entrambi sono sotto terapia antibiotica per la prevenzione delle infezioni, ricoverati in condizioni stazionarie, uno nel reparto di Medicina Interna e l’altro in Medicina d’Urgenza.

Advertisement