Advertisement

Giornata europea del gelato: l’anno dell’Italia e del Tiramisù

24 Marzo 2019

FOCUS GELATO DAY | Come e perché ogni 24 marzo l’Europa festeggia uno dei prodotti principe della cultura culinaria italiana

Redazionale sponsorizzato

È l’unica giornata che il Parlamento europeo ha deciso di dedicare a un alimento. L’unica, il 24 marzo, a celebrare i gusti, le virtù e la storia del gelato: quello artigianale, in particolar modo, vanto e tradizione della cultura culinaria italiana. Un riconoscimento, carte alla mano ottenuto grazie all’impegno anche, e soprattutto, di parlamentari e imprenditori di settore italiani. Che dopo vari tentativi di raccogliere le firme necessarie al raggiungimento del quorum, nel 2012 finalmente ci riescono: il “Gelatoday” viene istituito in quello stesso anno, con la motivazione, messa nero su bianco, che «tra i prodotti lattiero-caseari freschi, il gelato artigianale rappresenta l’eccellenza in termini di qualità e sicurezza alimentare, che valorizza i prodotti agroalimentari di ogni singolo stato membro».

Advertisement

Alla vaniglia, al cioccolato, alla fragola o nei gusti più stravaganti e originali: il gelato artigianale unisce l’Europa in una passione senza confini, che vede proprio nell’Italia, con i suoi 39mila punti vendita, la capofila indiscussa. In Germania se ne contano 9mila, in Spagna 2mila, in Polonia 1800, mille in Inghilterra, 900 in Austria, 650 in Grecia e 400 in Spagna. Numeri da capogiro, capaci di generare 9 miliardi di fatturato in tutto il Vecchio continente, dove si consuma oltre il 60 per cento del gelato prodotto nel mondo, con una crescita media annua del 4 per cento, e un numero di addetti impiegati nella filiera pari a 300mila unità.

Non solo: se un tempo la stagione andava da marzo a ottobre, oggi non è più così. Si gusta un ottimo gelato artigianale anche per 10 mesi su 12 e già da febbraio viene reclutato il personale per tutta la stagione. Dal 2015, poi, l’Assemblea “Artglace” ha deciso di dedicare, di anno in anno, il gusto ufficiale della “Giornata” a una delle 7 nazioni aderenti: Austria nel 2015, Belgio nel 2016, Francia nel 2017, Germania nel 2018 e… il 24 marzo di quest’anno tocca proprio all’Italia, con il suo tradizionalissimo Tiramisù.

Scelti per voi

Un sapore amatissimo anche dagli umbri e in particolare dai perugini. Qui, nel Perugino, tra i gelati al tiramisù più gustosi che abbiamo assaggiato – lo abbiamo fatto per voi: una faticaccia… – ottimo quello che si può trovare al Bar Sport Gelateria di Torgiano: attività a conduzione familiare che dal 1984, tra le altre cose, propone un gelato artigianale squisito, in tantissimi gusti diversi, in cui aromi, dolcezza e tradizione si fondono, meglio, si sciolgono dando vita a un prodotto delizioso. Guardare per credere.

Tiramisù ma non solo, ovviamente. Anzi. Da Dulcinea, a Passaggio di Bettona, lungo la strada dei vini e del cantico, è stata proprio la grande varietà di gusti, insieme una sapiente gestione dei processi produttivi e all’utilizzo di prodotti di stagione, a rendere la gelateria di Luca Manini vero e proprio «crocevia dei più peccaminosi tra i golosi», riconosciuto anche dalla Guida delle gelaterie italiane del Gambero Rosso e soprattutto dai molti che ogni giorno si affidano a lui per una cremosa, sublime pausa gelato.

Advertisement