Advertisement

Assalto con la pistola in un locale: tra i rapinatori anche un minore

21 Marzo 2019

Umbertide, i carabinieri individuano tre ragazzi considerati i responsabili

UMBERTIDE (Perugia) – Dodici dicembre 2018: è da poco passata la mezzanotte quando due rapinatori a volto coperto fanno irruzione in un locale in centro: sotto la minaccia di una pistola costringono il titolare a consegnare l’incasso della giornata, circa 200 euro. Pochi secondi di terrore, poi la fuga.

Advertisement

La fuga dei banditi è durata poco più di tre mesi ma ora i responsabili hanno un volto e un nome: si tratta di un ragazzo di Umbertide e di due giovani di Perugia, uno dei quali è minorenne. A incastrarli, i carabinieri della stazione di Umbertide e i colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Città di Castello.

Fin dai momenti successivi alla rapina, i militari hanno messo insieme passo dopo passo gli elementi di un’indagine complessa che li ha portati anzitutto a individuare l’auto condotta dal complice dei due rapinatori, grazie anche e soprattutto alle telecamere di sicurezza presenti nella zona intorno al locale assaltato. Fissato questo primo punto, le successive indagini (condotte sia in modo tradizionale che con particolari modalità tecniche) hanno permesso ai carabinieri di risalire a colui che era alla guida e agli altri due giovani considerati gli autori materiali della rapina.

Decisive, per chiudere il cerchio, si sono rivelate le perquisizioni nelle case dei tre giovani che hanno visto il sequestro di vestiti usati la sera della rapina e soprattutto della pistola, risultata essere ad aria compressa, simile a quella descritta dalla vittima della rapina.

Le indagini dei carabinieri sono state coordinate dalla procura della Repubblica e da quella dei Minori di Perugia.

Advertisement
Advertisement