Advertisement

Rapina e prende a pugni la ex. Poi aggredisce un poliziotto

13 Dicembre 2018

L’uomo, residente a Torgiano, ora si trova rinchiuso a Capanne

PERUGIA – Gli agenti della Volante hanno trovato la donna visibilmente ferita e probabilmente sconcertata. Perché non capita tutti i giorni – e non dovrebbe capitare mai – che il tuo ex fidanzato ti aggredisca in casa, ti derubi, ti prenda a pugni colpendo più volte dove può fare più male, alla testa.

Advertisement

Ci hanno messo poco, i poliziotti, a ricostruire quanto accaduto. Giusto il tempo di ascoltare i racconti di alcuni vicini, richiamati dalle urla della giovane e arrivati in suo soccorso poco dopo. È stato proprio il loro intervento a far scappare l’aggressore, non prima, però, che questo riuscisse a strapparle di mano le chiavi dell’auto, di fatto derubandola.

È a questo punto che è scattata la caccia all’uomo. Che mentre la donna veniva trasportata in ospedale, dove è stata ricoverata, ha telefonato al 118 raccontando tutto e dicendo poi di volersi suicidare, chiedendo quindi ai sanitari di occuparsi dei propri genitori disabili. Uno stratagemma, ipotizza la questura, adottato «forse nel tentativo di guadagnare tempo» prezioso.

La sua fuga si è interrotta poco dopo, quando gli agenti lo hanno braccato e bloccato a Ponte San Giovanni. L’uomo, un vero e proprio energumeno racconteranno i poliziotti, di 49 anni e residente a Torgiano, ha pure provato a scagliarsi contro uno di loro al momento della cattura: senza riuscirci.

Nell’auto l’uomo nascondeva un coltello di grandi dimensioni e le chiavi del veicolo sottratte alla donna. Arrestato per rapina, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale, il 49enne è stato inoltre denunciato per atti persecutori, lesioni e possesso ingiustificato di arma da taglio e oggetti atti ad offendere. Ora si trova a Capanne.

Advertisement
Advertisement