Advertisement

Sotto l’effetto di cocaina, prende a calci e pugni i carabinieri: in manette 30enne di Castiglione del lago

20 Novembre 2018

Fermato per un controllo, ha aggredito i militari

CASTIGLIONE DEL LAGO (Perugia) – Sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, ha aggredito i carabinieri ed è finito in manette.

Advertisement

Protagonista, un trentenne di Castiglione del lago che la scorsa notte è stato fermato dai carabinieri della stazione lacustre per un controllo. Si trovava in auto in un luogo buio e appartato e i militari, chiedendogli i documenti, hanno subito notato sul cruscotto del veicolo una bustina di cellophane con dei residui di polvere bianca, verosimilmente  cocaina. Il giovane, ritenuto in stato di alterazione psicofisica da recente assunzione di droga, veniva sottoposto a perquisizione personale e veicolare. Invitato dai militari a sottoporsi ad accertamenti clinici per accertare lo stato di alterazione, si è rifiutato e, alterandosi, dopo aver ripetutamente provocato e minacciato i carabinieri, si è scagliato violentemente contro di loro sferrando violenti calci e pugni e opponendosi ad ogni tentativo di riportarlo alla ragione. Dopo una breve colluttazione, l’equipaggio è riuscito a immobilizzarlo e poi a identificarlo per un italiano, disoccupato e gravato da precedenti. Purtroppo, nel corso dello scontro, il trentenne è riuscito a colpire i militari in varie parti del corpo:  tra le varie contusioni, un trauma al dito della mano e una lussazione a una spalla. Il giovane è stato condotto negli uffici del Comando Stazione e, al termine delle consuete formalità, è stato ristretto nella camera di sicurezza.

Advertisement
Advertisement