Advertisement

iPhone X: il gioco (ma soprattutto il costo) vale la candela? Dipende

10 Ottobre 2017

Le caratteristiche del modello con cui Apple ha voluto festeggiare i dieci anni del device sono a dir poco sorprendenti, ma pure i prezzi

iPhone X è il nuovo gioiello tecnologico prodotto da Apple che dal momento della sua presentazione (avvenuta il 12 settembre 2017 nel corso del Keynote che si è svolto all’interno dell’Apple Park a Cupertino) è diventato l’oggetto del desiderio di tutti i fan della mela morsicata. Oltre alle eccezionali caratteristiche tecniche, a colpire è stato il prezzo, che è di 1.189,00 euro per la versione da 64GB e di ben 1.359,00 euro per la versione da 256GB. Sia gli utenti che gli addetti ai lavori si sono subito interrogati sul reale valore del nuovo top di gamma di casa Apple. Vale davvero la pena spendere oltre 1.000 euro per uno smartphone? Dipende ovviamente dalle vostre esigenze e dalla vostra disponibilità economica.

Advertisement

Le caratteristiche tecniche di iPhone X, con cui Tim Cook ed Apple hanno voluto festeggiare i 10 anni dell’iPhone, sono a dir poco sorprendenti, a partire dal nuovissimo display Super Retina da 5,8 pollici che copre tutta la superficie dello smartphone, a cui si aggiungono il nuovo chip A11 Bionic, ed una serie di funzionalità che lasciano a bocca aperta, come il Face ID, che sfrutta la fotocamera TrueDepth, grazie al quale è possibile sbloccare iPhoneX in totale sicurezza con un semplice sguardo. Se si considera che dal punto di vista tecnico iPhone X è probabilmente il miglior smartphone presente sul mercato e che da sempre il top di gamma di Cupertino rappresenta uno status symbol è logico pensare che saranno moltissime le persone che lo acquisteranno in tutto il mondo. Se avete la possibilità di spendere senza troppi problemi 1.200 euro per uno smartphone allora sì, il gioco vale la candela. Ma se per portarvi a casa il nuovo iPhone X dovete indebitarvi, considerando che in molti casi quelle cifre sono pari a uno stipendio mensile, allora sicuramente è meglio scegliere altro, virando magari su uno dei tanti modelli Android o su un vecchio terminale Apple.

Advertisement